Analisi del Rischio

La valutazione del rischio è stata effettuata incrociando il valore di pericolosità in prossimità del perimetro esterno dell’interfaccia con la vulnerabilità di ciascun tratto; il risultato finale è il rischio presente all’interno e lungo tutta la fascia di interfaccia.

Le aree contenenti insediamenti esposti sono state perimetrate con una diversa colorazione della linea perimetrale, corrispondente a differenti classi di rischio presenti nella fascia perimetrale in senso stretto: la colorazione rossa è stata attribuita ad un rischio alto (R4), arancione ad un rischio medio (R3), gialla ad un rischio basso (R2) e grigia ad un rischio nullo (R1).

Estratto della TAV. N. 10 - Rischio

Estratto della TAV. N. 10 – Rischio

Per le aree individuate nel territorio comunale si riscontra una marcata prevalenza di siti a rischio R3 ivi compresa la gran parte del centro urbano. Fanno eccezione alcuni tratti dell’interfaccia situati in prossimità della Masseria Astore e della vegetazione combustibile che la circonda ed inoltre, nell’area extraurbana, ventiquattro siti quasi tutti rinvenibili a ridosso delle principali aree boscate.  La quantificazione del rischio delle strutture antropiche presenti nell’interfaccia ha permesso la pianificazione di dettaglio costituendo la base  per la redazione del modello d’intervento.

Torna a Rischio incendi di interfaccia