Individuazione degli esposti

Il DPCM 29 settembre 1998 definisce quattro classi di rischio:

CLASSE DI RISCHIO DEFINIZIONE
R1 Rischio moderato: per il quale i danni sociali, economici e al patrimonio ambientale sono marginali
R2 Rischio medio: per il quale sono possibili danni minori agli edifici, alle infrastrutture e al patrimonio ambientale che non pregiudicano l’incolumità del personale, l’agibilità degli edifici e la funzionalità delle attività economiche
R3 Rischio elevato: per il quale sono possibili problemi per l’incolumità delle persone, danni funzionali agli edifici e alle infrastrutture, con conseguente inagibilità degli stessi, l’interruzione di funzionalità delle attività socioeconomiche e danni rilevanti al patrimonio ambientale
R4 Rischio molto elevato: per il quale sono possibili la perdita di vite umane e lesioni gravi alle persone, danni gravi agli edifici, alle infrastrutture ed al patrimonio ambientale e la distruzione di attività socioeconomiche.

Sulla base della perimetrazione delle aree a pericolosità geomorfologica, sono stati individuati gli elementi esposti che potrebbero essere interessati dall’evento atteso;

Estratto della TAV. N. 18 - Rischio geomorfologico

Estratto della TAV. N. 18 – Rischio geomorfologico

Contestualmente, in relazione al recente aggiornamento della carta del rischio per le problematiche geomorfologiche (vedi Tav. 18 – Rischio geomorfologico), pubblicato da AdB il 28/01/2015, è stata eseguita una ulteriore verifica dell’individuazione degli esposti che ricadono in aree a rischio,  di seguito elencati (fra parentesi vengono indicate le classi di rischio in cui ricadono):

  • Edificato urbano e edifici commerciali compresi fra viale della Costituzione, via Supersano, via Vecchia del Capo, via Livorno, via Pisa, via Mantova, via Collepasso, via Torino, via Venezia e via Milano (R3 ed R4)
  • Edificato ed area da urbanizzare a ridosso di via Napoli e di via Kennedy
  • Edificato a ridosso del frantoio “Scollato” compreso fra via Castromediano e via Caracciolo
  • Edicato diffuso e discontinuo rinvenibile nella zona  a sud dell’abitato ricadente nelle perimetrazioni Adb
  • Edifici agricoli in località Lustrelle
  • S.P. 198 per un tratto pari a circa m 3000 (R3 ed R4)
  • S.P. 362  Cutrofiano – Supersano per un tratto pari a circa m 3100 ( R3 ed R4)
  • S.P. 40 Collepasso – Cutrofiano per un tratto totale pari a circa m 2100 (R3 ed R4)
  • S.P. 278 Collepasso – Sogliano per un tratto totale pari a circa m 160 (R3 ed R4)
  • S.P. 49 Cutrofiano – Corigliano per un tratto totale pari a circa m 90 (R3)
  • Cava VF cave
  • Cava Cutrotufi
  • Cava Don Paolo versante settentrionale.

Torna a Rischio Idrogeologico/geomorfologico