Rischio chimico industriale

Il territorio del Comune di Cutrofiano, non rappresenta un considerevole bacino di attività produttive ed inoltre non si evidenziano situazioni d’elevata pericolosità dal punto di vista chimico industriale.

Infatti, nel territorio comunale non sono presenti, al momento della stesura del Piano, attività a rischio rilevante.

L’esperienza, però, insegna che frequentemente le industrie, che lavorano o utilizzano minori quantità di sostanze pericolose, sono quindi potenzialmente più esposte a rischio d’incidente rispetto a quelle per le quali vigono gli obblighi di notifica, secondo il Decreto Legislativo n. 334 del 1999, che disciplina gli standard di sicurezza per le industrie a rischio di incidenti rilevanti, comunque controllate.

Da ciò si deduce che riveste particolare e fondamentale importanza, in termini di prevenzione, l’informazione e preparazione della popolazione residente nelle zone a rischio, come previsto dalla legislazione vigente.  Per tali ragioni sarà realizzato, quale primaria azione del Responsabile della Protezione Civile, il censimento delle aziende, non tenute a notifica, ma che lavorano o comunque trattano materiali  pericolosi.

Tale azione potrà essere condotta con la collaborazione funzionale di tutti gli enti e le organizzazioni interessate (ARPA, ecc.).  Gli scenari che sono quindi configurabili sono quindi riconducibili ad un rischio generico di incendio e/o eventuale localizzata immissione nell’ambiente di sostanze inquinanti e/o pericolose, e possono comportare:

  • danni alle persone ed alle cose a causa della temperatura elevata e delle emissioni di fumi
  • limitazione della percorribilità delle strade e pericoli per il traffico motorizzato, specie se sono interessate strade extraurbane
  • spargimento sul suolo o nella falda di sostanze inquinanti

Torna a Rischi